Il percorso fisioterapico nella Sindrome Fibromialgica

1 settembre 16, 2016

Come detto in precedenza, la Sindrome Fibromialgica (FS) è rappresentata prevalentemente da sintomi legati a un eccessivo tono muscolare che porta al paziente dolore costante, astenia, sonno non ristoratore, emicrania, parestesie, dolore toracico e sindrome temporo-mandibolare e altri sintomi.
Quando parliamo di FS prendiamo in considerazione due aspetti:
1. Dis-regolazione del sistema nervoso vegetativo o sistema nervoso autonomo che porta ad una alterazione dei normali meccanismi di autoregolazione del corpo.
2. Alterazione dell’asse ipotalamo-iposifi-surrene che stimola una eccessiva produzione di cortisolo, ormone dello stress fortemente pro-infiammatorio che conduce il corpo verso uno stato infiammatorio cronico.

Per ripristinare la funzione del paziente fibromialgico si utilizzano vari tipi di approcci, ma l’obbiettivo principale è la necessità di ridurre il dolore muscolare; un approccio fisioterapico permette al paziente di ridurre i sintomi con un conseguente miglioramento della qualità della vita.

Capacità di coniugazione tra:
dolore muscolare e stretching
astenia con rinforzo o inibizione muscolare
disturbi del sonno con rilassamento
riduzione di foci di natura miotensiva algica con trattamento fasciale ad induzione.
Trattamento
Durante la prima seduta, nel contesto della valutazione del paziente, per la tipicità di queste patologie, e con specifico riferimento alle problematiche di ordine psicologico, andrà prestata particolare attenzione alla raccolta anamnestica, che avrà complessità ed importanza straordinarie rispetto al consueto operare: rappresenta infatti il primo momento di incontro tra il riabilitatore e il paziente e sarà la sede per creare i presupposti di fiducia umana e professionale fondamentali per la prosecuzione del programma riabilitativo.
Al termine della prima valutazione verrà impostato un percorso riabilitativo che verrà valutato di volta in volta in relazione alle risposte specifiche del paziente.
I punti cardine del trattamento prevedono:
– analisi della struttura del paziente;
– riduzione dei meccanismi difensivi ;
– trattamento della principale sintomatologia algica lamentata;
– miglioramento del funzionamento del sistema nervoso vegetativo;
– riduzione della costante attivazione dell’asse dello stress;
– riduzione delle iper-tensioni muscolari
Tecniche
– Educazione comportamentale
– Tecniche osteopatie
– Tecniche di manipolazione fasciale ad induzione
– Tecniche miotensive
– Shiatsu
– Esercizi respiratori
– Training BFB-HRV
– Stretching
– Esercizio aerobico
– Tecniche di rilassamento
– Tecniche di energia muscolare
Horizontal Therapy Total Body

Posted